Vai al contenuto

One Health e salute animale: in che modo sono correlati?

Nelle nostre pagine Social abbiamo già iniziato a parlare del concetto di One Health (se te lo sei perso, ecco il link al post). Oggi inizieremo una rubrica in cui approfondiremo questo modello sanitario basato sull’integrazione di diverse discipline in un approccio prettamente veterinario.

Come può un veterinario tutelare la salute pubblica?

La salute pubblica è strettamente collegata alla professione del medico veterinario, questo perché:

  • La maggior parte delle malattie infettive emergenti sono di origine animale.
  • Più del 60% delle malattie umane esistenti sono delle zoonosi (dai un’occhiata al nostro articolo in cui parliamo di zoonosi nella carne).

Per zoonosi si intendono quelle malattie che si trasmettono dagli animali all’uomo. È proprio per questo motivo che il ruolo dei medici veterinari risulta essenziale: il loro compito è prevenire e controllare le zoonosi, effettuare ricerche epidemiologiche e infine compiere studi microbiologici in maniera da garantire una corretta gestione del rischio.

Vi sono diversi obiettivi a seconda degli animali trattati: per gli animali da reddito ad esempio le azioni sono finalizzate a prevenire e ridurre l’incidenza di malattie e una corretta gestione degli allevamenti; per gli animali da affezione invece ci si basa maggiormente sulla prevenzione del randagismo, sulla promozione di aree riservate ai cani e sulla rimozione delle feci in aree naturali.

Cosa c’entra il concetto di One Health con la salute animale?

One Health significa appunto “una salute”, ovvero si riconosce il fatto che la salute umana, quella animale e dell’ecosistema siano legate indissolubilmente, di conseguenza ciò che accade in un settore influenzerà anche gli altri in maniera consequenziale.

Per raggiungere questo obiettivo quindi, è necessaria la cooperazione di più discipline in ambito veterinario, umano ed ecosistemico al fine di salvaguardare la salute di tutto il mondo.

Quali sono gli enti che si occupano di salute animale?

Esistono vari enti che hanno questo compito, sia nazionali che internazionali. In Italia questo incarico è affidato al Ministero della Salute, mentre in altri paesi dell’Unione Europea la mansione è commissionata al Ministero dell’Agricoltura.

A livello nazionale il servizio sanitario è composto da enti e organismi a diversi livelli istituzionali:

  • Livello applicale: Ministero della Salute in cui troviamo due direzioni:
    • Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari: si occupa di sorveglianza epidemiologica, controllo delle zoonosi, farmacosorveglianza e farmacovigilanza.
    • Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione: la quale si incentra sull’igiene e la sicurezza della produzione di alimenti nonché sulle zoonosi a trasmissione alimentare.
  • Livello intermedio: Servizio Sanitario Regionale in cui troviamo gli Istituti Zooprofilattici che svolgono diagnosi per i controlli ufficiali di allevamenti e prodotti alimentari previsti dai programmi di sorveglianza. Questi hanno lo scopo di monitorare ed eradicare le malattie a livello nazionale e regionale.
  • Livello periferico: Aziende Sanitarie Locali (ASL) che comprendono due dipartimenti:
    • Dipartimento veterinario e sicurezza alimenti di origine animale
    • Distretti veterinari territoriali

A livello internazionale troviamo invece l’OIE (Office International des Epizooties) creata il 25 gennaio 1924, nel 2003 cambiò il nome in Organizzazione Mondiale per la Salute Animale, ma mantenne il suo acronimo originale. Rappresenta il sito più importante a livello mondiale poiché fornisce delle informazioni ufficiali riguardo:

  • Lista delle malattie infettive
  • Standard di prevenzione
  • Sistema di informazione

Una delle caratteristiche principali dell’OIE è quella di condividere in tempo reale le informazioni ufficiali ed affidabili sulle malattie degli animali nel mondo. Tutte le notizie sono di dominio pubblico e sono comprensive di ogni singolo Stato.

Sempre a livello internazionale troviamo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (detta anche OMS oppure WHO in inglese) finalizzata al “raggiungimento da parte di tutte le popolazioni del più alto livello possibile di salute”.

Resta informato su questo argomento e su altri inerenti al mondo della zootecnica, veterinaria e benessere animale attraverso i canali social e sul sito di Vet’s Pills!